Comune di Montereale (Aq)

NOTIZIE DEL COMUNE
 

                                                                                                

Montereale è posto a 948 metri s.l.m. in cima ad un colle che si affaccia sulla vasta Alta Valle dell’Aterno; il fondo valle ha una altezza media di circa 800 m. s.l.m. le colline circostanti variano fra circa 1200 e circa 1500 metri di altezza; il territorio del Comune (cfr. foto) misura circa 106 chilometri quadrati. Confina con il Lazio, nei Comuni di Amatrice, Borbona e Cittareale (territori prima abruzzesi, passati al Lazio nel 1927) ed inoltre con i Comuni Abruzzesi di Capitignano, Campotosto, Cagnano e Pizzoli.
 

 

Il centro abitato di Montereale, di circa 2 Km di lunghezza, è posto “a cavallo” del crinale di un colle che affaccia su una ampia valle che tutt’attorno la cinge da 3 lati.

Il Centro Storico invece era originariamente ristretto alla zona più alta: la Porta Fano si trovava più in basso dell’attuale Comune e le mura di cinta andavano per via della Codacchia fino in basso al limite del Convento di clausura di S. Leonardo; da lì, in salita, passavano sotto S. Francesco e poi sotto la zona denominata S. Lorenzo, arrivavano a Porta Marana; da qui costeggiavano alte il crinale della montagna, passando più in alto della attuale sede della Pro-loco, per riunirsi a Porta Fano.

Parte del territorio del Comune è stato inserito (dPR 5/5/1995) nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Montereale si trova a circa 140 Km. da Roma, a 29 km. dall’Aquila, dove esiste un casello della autostrada Roma-Teramo. Da Roma, in pratica, Montereale è raggiungibile in meno di due ore. Vi sono inoltre numerose corse di autobus di linea che la collegano all’Aquila (cfr. orari sul sito dell’Arpa Spa).
 

Tutta la zona è ricca d’acqua: nella valle sgorgano numerose sorgenti e scorrono numerosi torrenti, quali il Mozzano, il Mondragone, il Rio Piano, uno dei quali, verosimilmente il Fosso Selva delle Conche è ritenuto la vera sorgente del fiume Aterno.

Nel Comune di Montereale nascono:

La morfologia della zona è caratterizzata dall’assenza di pietra calcarea ed è invece per la maggior parte di arenaria.

La vegetazione è verde per la maggior parte dell’anno e dai circa 850 metri s.l.m, in su, presenta numerosi boschi di castagno, 
soprattutto nella zona di Montereale, Busci, S. Vittoria, Castiglione e Verrico.

Prima che l’Aterno si fosse aperto il varco di Marana (probabilmente con l’aiuto dei Benedettini, dopo l’anno 1.000) la valle di Montereale era un lago.

Nel 1901 vivevano nel territorio di Montereale 5.234 persone, suddivise in 25 agglomerati, che comprendevano anche il territorio del Comune di Capitignano.

Ha un territorio di 104,44 chilometri quadrati, con trenta frazioni oltre il capoluogo Montereale (altitudine 945 m s.l.m.): Aringo, Cabbia, Capo Fano, Casale Bottone, Castel Paganica, Castiglione, Cauccio, Cavagnano, Cavallari, Cesaproba, Cesariano, Civitella Verrico, Collecalvo, Colle Cavallari, Colle Paganica, Colle Verrico, Corcioni, Lonaro, Marana, Marignanetto, Marignano, Pellescritta, Piedicolle, Piedicolle di Fano, San Giovanni Paganica, Santa Lucia, San Vito, Santa Vittoria, Verrico e La Villa.